Sentenza Tribunale di Genova: la prescrizione non è mai iniziata.

  • Medici   •   20 Maggio 2020

Ottime notizie per tutti i medici specialisti, anche per quelli iscritti ai corsi di specializzazione precedentemente all’anno 1983.

Come sosteniamo da anni, noi ed altre associazioni di cui alcune estere, ma vestite con abiti italiani, la prescrizione non ha mai iniziato il suo decorso.

Probabilmente per l’intera classe medica, oltre la nuova pioggia milionaria (anche 100mila euro per singola specializzazione), questa è l’aspetto più determinante che viene evidenziato nella sentenza n.353/2020 del Tribunale di Genova pubblicata lo scorso 11 febbraio.

La sentenza del Tribunale di Genova rappresenta una enorme novità dal punto di vista giuridico, afferma infatti che, per i medici iscritti alla scuola di specializzazione prima del ’91, la prescrizione non ha mai iniziato a decorrere causa l’assenza della norma attuativa necessaria ad avviarne il decorso stesso. Quello che sembrava essere quindi l’orientamento prevalente della Cassazione, che riteneva la prescrizione avviata, se non decorsa, viene in questa nuova sentenza smentito con chiarezza e argomentazioni così chiare e puntuali da far supporre che il precedente orientamento si fosse consolidato per mera consuetudine tra i giudici della Corte Cassazione.

Ulteriore novità riguardano la quantificazione dell’indennizzo, infatti oltre a confermare la parametrizzazione dello stesso a quanto previsto dalla legge 370/99 (circa 7.000 Euro per singolo anno di specializzazione) riconosce inoltre – come da noi sempre sostenuto – sia la rivalutazione monetaria che gli interessi compensativi.

Senza voler creare eccessivi entusiasmi, facendo “due conti” in situazioni limite, a fronte di uno corso di specializzazione di 5 anni le somme da rimborsare possono arrivare anche a sfiorare i 100mila euro.

C’è poi una terza questione che riguarda i medici iscritti prima del 1983.

Anche qui viene confermata la tesi che noi abbiamo sempre sostenuto, e cioè chetutti i medici hanno diritto al risarcimento, per tutti gli anni di iscrizione al corso di specializzazione successivi al 1 gennaio ’83. Importante sottolineare che su questo argomento la Sezione Lavoro della Cassazione ha rimesso il ricorso al primo Presidente affinché siano le Sezioni Unite della stessa Corte a chiarire la questione.

Per puntualità e completezza delle argomentazioni contenute, indubbiamente la sentenza n.353/2020 del Tribunale di Genova non potrà far altro che cambiare drasticamente i futuri pronunciamenti.

Le motivazioni dovranno, quantomeno, essere prese seriamente in considerazione in tutti e 3 i gradi di giudizio attualmente in essere, e saranno di riferimento per quelli che verranno. Per altro non è la prima volta che emergono tali conclusioni, che inoltre coincidono con la tesi più volte sostenuta dal Professor Sergio Di Amato, già Presidente della Terza Sezione della Cassazione Civile, e dal Professor Francesco Paolo Tronca. Certo è che la sentenza n.353/2020 non rappresenta solo un punto di svolta nell’interpretazione giuridica dei termini di prescrizione, ma, ancor di più, testimonia l’evoluzione del pensiero giuridico stesso.

Ciò che nel 2000 era categoricamente negato oggi è certificato da questa sentenza.

Questo forse rappresenta per noi il più grande successo e la consapevolezza che la perseveranza con cui svolgiamo la nostra attività e che predichiamo ai nostri assistiti raccoglie con il tempo i meritati successi.

Pronto A Tutelarti?

FISSA UN APPUNTAMENTO